• In questo momento ci sono: 16 persone che stanno guardando il nostro sito web!
relazioni-tossiche
Pubblicato il : 15 Settembre 2022

Relazioni tossiche: quando vivere un amore può far male 

Tante volte sentiamo parlare di relazioni tossiche, anche se questo termine appartiene alla branchia della medicina, in queste situazioni forse è quello più appropriato per definire lo stato di una relazione. In questo caso viene utilizzato per far capire in modo esplicito che una qualunque relazione può fare male e questo accade se ti trovi invischiato in un rapporto amoroso dove non sei compreso, anzi spesso ti senti umiliato o peggio ancora in un rapporto non in parità cioè messo in minoranza psicologica.

A questo punto si può parlare di amore tossico e quindi relazione tossica.

Che cosa sono le relazioni tossiche: definizione e significato

Dare una definizione per una relazione tossica è quando appunto una relazione si arena e non evolve, non si trovano punti in comune e quindi non un’intesa comune che ci fa superare in ugual misura le difficoltà che si presentano.

Un rapporto deve essere paritario dove condividere gioie, dolori e traguardi altrimenti si innesca il senso di incomprensione staticità e spesso anche umiliazione, in una coppia non ci deve essere competizione ma bensì collaborazione, alfine di avere sempre un reciproco rispetto e coesione tra le due parti.

In mancanza di tutto ciò la parte negativa della nostra esistenza supererà di gran lunga quella positiva facendoci piombare nello sconforto e sfociando il tutto in una relazione tossica con tutte le sue conseguenze.

 

Tipi di relazioni tossiche

Esistono diversi tipi di relazioni tossiche non solo quelle di coppia ma anche tra amici o negli ambienti famigliari.

Prendiamo ad esempio un rapporto di amicizia con una persona narcisista a questo punto la persona colpita da questa problematica farà sempre in modo e maniera di mettere in difetto o in discussione gli altri alfine di attirare tutte le attenzioni, quindi una vera e propria forma egocentrica, questo porterà a chiunque sia vicino ad una persona del genere a perdere sicurezza o comunque a sentirsi inadeguato o peggio ancora trovarsi in situazioni di umiliazione.

Ovviamente le persone che soffrono di narcisismo non sono colpevoli anzi andrebbero aiutate, ma dalle persone giuste per non rischiare di venirne travolti.

Questo può accadere anche in una coppia dove uno dei due prende il sopravvento facendo sentire l’altro inadeguato o comunque creando senso di inferiorità e sudditanza, si riconosce quando la relazione diventa disfunzionale e questo si può manifestare in tanti modi, vediamo come: il primo è ad esempio è qualsiasi forma di abuso o violenza o molestia in qualsiasi forma sia fisica che psicologica, oppure un altro segnale è l’infelicità persistente in un rapporto.

Un rapporto sereno si basa sul desiderio reciproco e sulla felicita di vedere il partener avere successo in tutto quello che fa, desiderare che la persona a cui si vuole bene sia felice e soprattutto serena, senza nessun tipo di competizione.

A volte si capisce anche da un continuo comportamento ostile con toni sarcastici che spesso portano a critiche e discussioni, creando nell’altra persona una grande fragilità riuscendo alla fine a manipolare psicologicamente la persona in questione.

È vero che a volte la gelosia specialmente in un rapporto di coppia porta a situazioni di discussioni, ma l’importante è non arrivare né a manipolare né tantomeno a farsi manipolare psicologicamente, altro quindi è la mania del controllo o peggio ancora la manipolazione degli affetti, portare risentimento e quindi covare rancore o acredine. Ancora poi il mondo della bugia, mantenere in piedi rapporti lontani raccontando falsità su te stesso.

Tutto questo porta solo ad un grande stress mentale e ovviamente di riflesso anche fisico, per non parlare poi dei rapporti violenti dove il trauma sarà maggiore, quindi un conto è avvicinarsi alle esigenze del partener dove lui o lei dovrà fare altrettanto, un conto è subire quello che il partener decide di fare per sé e per te.

Non lasciare mai il tuo mondo, le tue amicizie e cerca sempre di ritagliare gli spazi per le tue cose, se questo dovesse mancare allora puoi dire di trovarti in una relazione tossica.

 

‍‍Lo specchio, la finestra e la torre: nuove metafore per nuovi significati

Quindi detto ciò nel momento in cui una relazione in qualsiasi sua forma, viene definita tossica, diventa reale nelle sue conseguenze come citato sopra.

Per capire meglio di cosa stiamo parlando ci possiamo aiutare seguendo tre metafore fondamentali e sono:

  • lo specchio dove vedere e giudicare noi stessi;
  • la finestra dove osservare e cercare si capire il nostro partner;
  • la torre il punto più alto dove osservare il mondo.

Spesso in una relazione tossica scattano meccanismi auto punitivi incolpandoci di situazioni tipo il senso di colpa, l’ansia di non fare abbastanza e la paura di non avere la forza giusta per affrontare le situazioni o peggio ancora avere il senso di incapacità nell’aiutare il nostro partner.

Quindi facendo riferimento alle tre metafore, possiamo dire come specchio incolparci di non riuscire a fare il meglio per una nostra debolezza per il nostro partener, la finestra è osservare il nostro partner come un malato da supportare e giustificare in tutti i suoi comportamenti, la torre è il luogo dove la coppia di rinchiude osservando il mondo dall’alto, quindi l’allontanamento da tutto anche dagli affetti più cari.

Non è facile uscire da queste situazioni, riuscire a liberarsi da una situazione di immobilità, sicuramente il modo migliore è riuscire a vedere la relazione in un’altra prospetti‍va.

Come chiudere una relazione tossica 

Sicuramente alcune volte non è possibile liberarsi dalle relazioni tossiche specialmente quelle lavorative, quindi per cercare di liberarsene in modo non definitivo bisogna avere la consapevolezza di stabilire dei limiti, dei confini, se invece riguarda un familiare a questo punto credo sia corretto andare da un bravo psicologo, o anche rivolgerti ad uno psicologo online.

Arrivare a capire cosa c’è nell’inconscio di questi comportamenti può aiutare anche se a volte è meglio uscire da una relazione tossica e iniziare qualcosa di nuovo.

 

Come superare la fine di una relazione tossica 

Come suddetto non è facile uscire da queste situazioni che nei casi più gravi sfociano nella violenza, diventano dolorose e distruttive e a volte possono creare dipendenza.

Ovviamente se si riesce a trovare la forza di uscire da queste relazioni non dobbiamo commettere alcuni errori e cioè una serie di comportamenti tipo:

  • Non si devono avere più contatti di qualsiasi tipo con queste persone, quindi cessare qualsiasi tipo di comunicazione anche la più elementare.
  • Cercare di gratificarsi, facendo cose che ti rendono felice e soprattutto circondarsi di gente positiva, le emozioni aiutano a superare la tua depressione.
  • Rimanere fermi sulle decisioni ed in particolare nella decisione di avere chiuso la relazione tossica, il cervello fa brutti scherzi a volte dimentica le parti più brutte di una relazione e quindi bisogna sempre tenere presente il duro percorso che ti ha fatto arrivare a concludere questa relazione

Perdonarsi dopo una relazione tossica 

Concludo dicendo che riuscire a guarire da un rapporto tossico è un traguardo molto importante, tutto è giustificato a livello emozionale, ma queste emozioni ti terranno bloccato quindi prima si superano e riuscirai a perdonarti senza diventare una vittima, ma semplicemente una persona che si prende cura di se, allora e solo allora riuscirai a riprendere la tua vita in mano riacquistando la tua autostima e a tornare più forte di prima pronto per una nuova vita dove anche lì ci saranno buoni o cattivi periodi, questa è la vita.

Articoli

Magia Naturale

La magia naturale Quando si parla di magia naturale si intende una pratica che si riferisce al mondo della natura, alla forza della stessa ovviamente considerandola come fonte animata in armonia con tutte le sue leggi naturali, dove un mago può accedere rispettando in tutto e per tutto la sua potenza. Il mago attraverso i […]

Scopri di più
MAGIA-VERDE

Magia Verde

La magia verde Nei secoli l’uomo si è sempre avvalso dell’uso delle piante per scopi terapeutici e curativi. L’uso dell’erboristeria e quindi delle piante officinali ha fatto sì che l’uomo approfondisse lo studio sulla natura che lo circonda, nei tempi questo studio ha preso anche il nome di magia verde. L’uso delle piante e dei […]

Scopri di più

Magia rossa

La magia Rossa Solitamente quando si parla di Magia il primo pensiero va alla magia bianca e alla magia nera. La prima è la magia positiva legata alla luce e quindi benevola, la seconda invece è la magia negativa legata al potere oscuro, al maligno, ma non ci sono solo queste due, a loro volta […]

Scopri di più